Online video audience: in Germania la TV pubblica stravince.

AGF è l´ equivalente tedesco di Auditel, un consorzio di cui fanno parte le TV pubbliche e private. Dal 2015, AGF misura non solo le audience lineari e non lineari degli editori TV, ma anche Youtube e tutte le offerte video “non TV”.

La sua ricerca semestrale sulle audience, eseguita da Kantar su un campione rappresentativo, fotografa semestre dopo semestre l´evoluzione di preferenze e abitudini.

Il primo wave del 2021 ha un valore particolare perché arriva dopo un anno di pandemia e mostra dinamiche che guideranno il resto dell´anno. Vi riassumo qui le tre principali evidenze. La ricerca è scaricabile da questo indirizzo (in tedesco).

1 – Fra le offerte non lineari delle stazioni TV, quelle pubbliche continuano a primeggiare, anche più di prima.

Il 30% degli utenti con più di 14 anni accede almeno una volta al mese alle mediateche di ARD e ZDF. Il dato non sorprende: l´offerta di contenuti è sempre più inclusiva e orientata al pubblico più giovane. Anche gli investimenti in tecnologie e user experience ripagano: la barra delle aspettative è alta e dettata da Netflix & Co., ma ARD in particolare, non delude. Tra gli operatori pubblici europei, la mediateca di ARD è un benchmark riconosciuto.

I privati, qui, non riescono a tenere dietro alle TV pubbliche: ne le loro piattaforme di catch-up TV, ne´ le iniziative come Joyn (la grande delusione del 2020) o TVNow (che comunque cresce e gode di una convinzione maggiore dell´editore RTL), riescono ad avvicinarsi.

% di chi usa offerte online di operatori TV in Germania: 30,2% TV pubbliche; 7,6% TV private video portali; 3,7% Joyn; 5,4% TV Now. Source: AGF
2 – Il mondo “non TV” resta dominato da Youtube.

Comunque la si metta, per molti (più di metà degli utenti) e´ Youtube la TV da guardare online, seguita dalle offerte dei servizi SVOD, ma a una certa distanza. Se poi si includono, come fa AGF, tutti i video pubblicati dai siti di news, si vede le news pubblicate in formato video da Spiegel, Welt etc. rappresentano ormai un dato consolidato e paragonabile, per frequenza, al consumo di contenuti di intrattenimento.

% di chi ha guardato cosa nell´ultimo mese, tra le offerte di operatori “non-TV”. 55% YouTube, 32,3% Netflix, 21,5% video news sui diversi siti di informazione. Source: AGF.
3 – La TV connessa è realtà.

Ormai ci siamo: quasi la metà degli utenti in Germania usa la connected TV, tanto per la TV tradizionale come per quella non lineare e SVOD. Il computer resta il mezzo per accedere alle news video e a Youtube. Per le news, lo smartphone è un terminale importante, ma qui i video competono contro lo straripante successo dell´audio, oggi il modo principale di consumare notizie e approfondimenti sul telefonino, qui in Germania.

Abitazioni con connected TV in Germania, 2021 primo semestre. Source: AGF.

Lunga vita all´email, amata anche dai nativi digitali. La ricerca di [m]Science nella regione DACH.

Se vi dicono che l´email è un mezzo di comunicazione vecchio, e che per raggiungere le generazioni Y e Z social i servizi di messenger e social sono irrinunciabili, fermatevi a guardare questi dati che vengono dal mondo germanofono. [m]Science ha condotto in primavera uno studio quali-quantitativo con 1.000 utenti online da Germania, Austria e Svizzera per conto di United Internet Media.

Se il committente era soprattutto interessato alla email come touch point per servizi e commercio elettronico, i risultati valgono anche per chi fa contenuti. Le newsletter non sono un lusso editoriale per lettori forti, ma un mezzo che ha un grande potenziale anche per raggiungere e servire audience di nativi digitali.

Le evidenze del mondo DACH: più del 90% degli intervistati delle generazioni Y e Z usano l’e-mail sia per la comunicazione privata che per quella formale. Solo il gruppo dei 36-69enni usa la posta elettronica più frequentemente per le comunicazioni private, ma il dato non sorprende, poiché i nativi digitali sono abituati ormai a usare i servizi di messaggistica per questo scopo. Quindi: lunga vita all´email, e fatene buon uso!

Lo studio comprende molti altri dati (40 pagine con molti dettagli sui casi d´uso legati e e-commerce e servizi), che potete scaricare da qui: United-Internet-Media.

„Die E-Mail ist die goldene Mitte zwischen dem Brief und einem Messenger-Dienst“ („L´email è l´ideale via di mezzo tra una lettera e la messaggistica“)

Gen Y, männlich, Schweiz
rappresentante Gen Y, Svizzera

Digital Germany 2021 – We are social

Infine, la consueta edizione Country-by-Country di We Are Social, per chi ha bisogno di un paio di dati e una idea generale del mondo digitale in Germania. La potete consultare direttamente qua sotto, o scaricare a questo link.

Related Posts

Venerdì 27 agosto.

In questo numero: ⚫ Axel Springer acquisisce Politico per un miliardo di dollari 🟡 Il lancio di BILD TV 🔴 I dati di luglio della stampa tedesca.

Venerdì 6 agosto.

In questo numero: numeri, fusioni e prospettive ⚫ RTL acquista GRUNER+JAHR 🟡 PRO7SAT1 conferma numeri record per il Q2 2021 e lancia una "offensiva della rilevanza" 🔴 La Frankfurter Allgemeine Zeitung aumenta gli stipendi dei suoi giornalisti.

Venerdì 30 luglio.

⚫ Il 2020 della stampa tedesca, nel report della federazione della stampa BDZV. 🟡 La ritirata dai mercati esteri dei gruppi media tedeschi 🔴 Axel Springer goes audio: una nuova unità dedicata al media più promettente.